il Taccuino

Archive for the ‘milano’ Category

“Il fuoco segreto di Altea. Volume 1: Gli Arconti Ombra” di Isabel Harper

In arte, artisti, autore, blog, comunicati, libri, milano, Uncategorized on maggio 7, 2018 at 4:05 pm

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

 

Il fuoco segreto di Altea. Volume 1: Gli Arconti Ombra di Isabel Harper

Gli Arconti Ombra, primo capitolo della saga fantasy in quattro volumi Il fuoco segreto di Altea, descrive un mondo dalle forti tinte steampunk, popolato da esseri straordinari e ricco di ambientazioni originali che contengono echi dei lavori di H.G Wells e Jules Verne. Temi come l’amicizia, il coraggio e la forza della verità e della giustizia trovano risalto nelle avventure del protagonista Ailan, nelle sue relazioni con creature bizzarre, e negli scontri con personaggi inquietanti e crudeli che determineranno ancora di più il suo percorso di crescita e di consapevolezza dell’ingannevole realtà che lo circonda.

 

Genere: Fantasy

Casa editrice: edizione cartacea Edicart

Casa editrice: edizione digitale Storybox Creative Lab

Pagine: 320

Codice ISBN: 978-8847457959

Codice ISBN: 978- 8831927000 / 978-8831927017

 

http://www.isabelharper.it/

 

«[…] Con mani tremanti si mise il cannocchiale davanti agli occhi. Girò le tre ghiere, componendo una sequenza di lettere e cifre che lui solo conosceva e fece scattare una leva. Dai meccanismi scintillanti del cilindro uscirono sottili lingue di fumo che fluttuarono come serpenti e si infilarono nelle sue pupille. Midas gridò per il dolore, ma resistette all’impulso di togliersi quel macchinario dalla fronte, anche se freddi artigli sembravano frugargli il cervello, afferrare i suoi ricordi e strapparli a forza, insieme ai suoi segreti. Era quello che voleva, era la cosa giusta: cancellarli e nasconderli per sempre».

Tanto vapore e tanta fantasia risiedono ne Il fuoco segreto di Altea. Volume 1: Gli Arconti Ombra. Un romanzo fantasy nato per i ragazzi ma godibile e interessante per tutte le età, in cui si rappresenta un mondo dominato da macchine e congegni a vapore che donano un tocco stravagante e steampunk a una storia già impreziosita da originali invenzioni narrative. Prime fra tutte, le accurate descrizioni di singolari animali quali il Mimure, piccola bestiola della famiglia degli psicoguari, in grado di comunicare telepaticamente con il protagonista Ailan, la Memostrilla, mollusco gelatinoso che riesce a imitare la forma di ciò che vede ed è anche un abile scassinatore, e poi i Tenerilli, esseri rosa e morbidissimi usati dall’arconte Vimperion come carta igienica, e ancora il Pestaduro, i Feoryn e i Narcotteri. Un vero e proprio bestiario di creature fantastiche, che prendono parte a una storia avvincente e costellata di momenti di pura creatività che suscitano stupore e divertimento nel lettore. La descrizione del Bazar delle Meraviglie di Dedalus è uno di questi momenti: un luogo labirintico in cui trovare oggetti strani e misteriosi, detti “Le Invenzioni Dimenticate”. Ailan comincia la sua avventura proprio quando scopre questa bottega incantata e il suo proprietario, un eccentrico uomo che spingerà il giovane protagonista a intraprendere un pericoloso viaggio alla ricerca di un modo per salvare il popolo di Altea. Gli Arconti Ombra non è solo un bel fantasy ricco di inventiva, è infatti anche una storia di resistenza, di coraggio e di lotta. Una storia che sottolinea come il potere posto in mani sbagliate possa generare solo infelicità e disordine. Ailan cercherà di combattere questo potere, in compagnia di personaggi pronti a sacrificare tutto per la loro missione, e che ricordano al lettore quanto sia importante il valore dell’amicizia. Questo primo capitolo della tetralogia de Il fuoco segreto di Altea pone le basi per un’avventura entusiasmante, forte di un’ambientazione ben costruita e soprattutto di una galleria di personaggi finemente tratteggiati. Nei successivi volumi: Il tesoro di Vjnlan, La regina di Keola e La nuova fiamma ritroveremo il protagonista Ailan in compagnia dei fedeli amici Marill e il mimure Zill, in viaggio in territori lontani da Altea. Tra mille peripezie e atti di estremo coraggio, i giovani eroi intrecceranno i loro destini con quelli di personaggi sempre più pericolosi e singolari che li spingeranno oltre i loro limiti, e che li costringeranno a crescere e a credere in loro stessi. E il lettore insieme a loro compirà un viaggio appassionante all’interno di una saga che riesce a mescolare sapientemente avventura, umorismo e sfrenata fantasia.

TRAMA. Altea un tempo era un’isola felice, sostenuta da una mitica Fiamma che sprigionava energia e permetteva la vita e la prosperità al suo popolo. A seguito di un sanguinario colpo di stato orchestrato dal tiranno Vimperion, un uomo subdolo, spietato e avido di potere, la Fiamma scompare, e gli abitanti di Altea vedono pian piano esaurire la loro forza vitale. Gli Arconti Ombra Dedalus e Amandine, veri eredi del potere usurpato dal tiranno, da tempo cercano invano una soluzione per ristabilire l’ordine. Ed è così che Ailan e la sua amica Marill, pur nella confusione e fragilità dei loro giovani cuori, decidono di accettare la missione di ritrovare la Fiamma di Altea, assumendosi una responsabilità più grande di loro, per contrastare il menzognero Arconte e i suoi alleati, e riportare pace e giustizia nel loro paese.

 

IL MONDO DELLA SAGA IL FUOCO SEGRETO DI ALTEA:

L’isola di Altea. Altea è l’isola più grande dell’arcipelago di Asteria. Ha una forma allungata e schiacciata in due punti, che ricorda vagamente la sagoma di una formica. La città di Altea, capitale dell’isola di Altea, è una città immaginaria, simile alla Londra di fine ottocento, tutta proiettata verso la produzione, le macchine e la velocità, incantata dal mito del progresso e dalle infinite possibilità della scienza. Qui tutti credono solo in ciò che si può misurare e dimostrare razionalmente. Chi esce dagli schemi è guardato con sospetto, come sciocco, bizzarro e anche come sovversivo.

Vjnlan – l’arcipelago del vento. Vjnlan è un arcipelago montuoso, situato molto a nord di Asteria, con pareti di roccia bianca fino a mille metri a strapiombo sul mare. Sulla sommità dei monti di Vjnlan si stendono verdi altopiani abitati. Le isole sono circondate da anelli di sabbia bianchissima. Gli abitanti di Vjnlan sono organizzati in tribù e vivono in simbiosi con il vento. Indossano un vestito con membrane sotto le braccia e tra le gambe, che permette loro di praticare una sorta di volo a vela, sfruttando venti e correnti ascensionali.

Keola. Keola è un piccolo continente quasi interamente ricoperto da foreste pluviali. È un territorio misterioso e in gran parte inesplorato, separato dall’isola di Altea da uno sterminato arcipelago che si sviluppa lungo tutto l’oceano. Sulla costa occidentale di Keola vive un popolo la cui sopravvivenza è messa in pericolo dalla presenza, sempre più invasiva, degli impianti industriali di Altea, costruiti per estrarre le risorse di Keola, in particolare la sua inesauribile (così almeno crede il governo di Altea) riserva di acqua dolce, ma anche di ferro, rame, zinco, stagno, oro e carbon fossile.

GLI AUTORI SONO DISPONIBILI A RILASCIARE INTERVISTE

SCARICA QUA FOTO COPERTINA

SCARICA FOTO AUTORI QUA e QUA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BIOGRAFIA. Isabel Harper è lo pseudonimo sotto cui scrivono due coniugi milanesi, Isabella Salmoirago e Marco Rosso. Si occupano da anni di narrativa per ragazzi e hanno vinto premi prestigiosi, tra cui il Premio Andersen Baia delle Favole nel 1993. In particolare Isabella Salmoirago ha un’esperienza ventennale in campo editoriale come autrice, editor, responsabile editoriale e illustratrice, ed è attiva nelle scuole con laboratori di promozione della lettura. È la creatrice di Storybox Creative Lab, in cui si occupa di storytelling, editing e illustrazione.

 

Contatti

http://www.isabelharper.it/

http://www.story-box.it/

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna – Phone:+393396038451

Sito: iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

Annunci

Ecco RockGarage Radio, la trasmissione dello storico sito musicale!

In artisti, band, blog, comunicati, comunicati musica, dischi, emergenti, indie-rock, italia, metal, milano, musica, pop-rock, psichedelia, radio format, rock, rockstars, streaming, street music, webradio on febbraio 27, 2014 at 11:12 am

Nasce RockGarage Radio !!!!

Il logo del nuovo programma radio del grande magazine RockGarage!

Ascolta la prima puntata in onda su

http://www.spreaker.com/user/rockradioskultura/rockgarage-radio-puntata-1

https://soundcloud.com/blob_agency

Dopo due anni e mezzo dalla nascita della webzine RockGarage.it, dopo due festival organizzati a Milano, dopo un’app gratuita per smartphone Android, dopo una T-shirt e una cover per iPhone personalizzate, dopo la partecipazione a convegni e giurie tecniche e dopo 1.800 recensioni on line sulle pagine digitali di www.rockgarage.it, nasce la Web Radio del nostro sito di musica preferito! Il 26 febbraio su Spreaker sarà diffusa la prima puntata della RockGarage Radio che vi terrà compagnia per 60 minuti proponendovi il meglio di quello che RockGarage ha scoperto nel mondo del rock e dell’heavy metal.

In compagnia di Ambrogio “Bros” Caccia e di Marcello Zinno e con il grande supporto tecnico di Andrea “Baldo” Piscedda ogni mercoledì vi proporremo il meglio della scena del passato e di quella recente sempre all’insegna dei suoni duri. Finalmente una radio che parla di rock e metal, generi sempre più spesso lasciati in sordina dai mass media. Chi segue RockGarage sa che è intransigente e con tanto lavoro alza il sipario su nuove band e artisti del passato tramite novità, recensioni, rubriche e qualche “dietro le quinte” direttamente dallo sporco mondo del rock’n’roll.

Scaletta 1°puntata

Gentleman Pistols – Some Girls Don’t Know What’s Good For Them

Motley Crue – Girls Girls Girls

Sixty Miles Ahead – Unfaithful Confessions

Filippo Dall’Inferno – Il Pop Italiano

Strana Officina – Amore e Fuoco

Motorpsycho – Feedtime

Pantera- I’ll Cast a Shadow

Before The Murder – Dharma

Filth In My Garage – Present

Slayer – Live Undead

Sito web: www.rockgarage.it

Da un’idea di Marcello Zinno

Speakers: Ambrogio Caccia e Marcello Zinno

Tecnico: Andrea Piscedda

Contatti: marcello@rockgarage.it

Facebook: www.facebook.com/RockGarage.it

Twitter: https://twitter.com/RockGarageit

Rock, stornelli e testi monelli: Anelli soli

In artisti, band, dischi, emergenti, italia, messina, milano, musica, promozione emergenti, recensioni, rock, torino on febbraio 13, 2013 at 5:02 pm

band italiana

by Claudio Papitto

Il trio eccentrico degli Anelli Soli fa un tipo di rock che si discosta abbastanza dal genere rock del comune commercio discografico: no, qui si volta pagina per forza, perchè gli Anelli Soli non fanno musica per i sempliciotti a cui basta un grido animalesco seguito da un riff di tre accordi.

Sono solo in tre (Marco Anello, Luca Anello e Armando Stella) ma sanno fare musica per dieci.

Di origini siciliane ma sempre in giro tra il nord e il sud dell’italia, questo gruppo è proprio quello che ci vuole per gli amanti della musica originale ad hoc, una musica “alternativa” nel senso reale del termine, con i suoi “stornelli” in chiave rock, i suoi frequenti cambi di melodia, i suoi cori energici e i suoi testi non facili da capire.

Gli Anelli Soli hanno pubblicato un solo album (“Malomodo”) ma intorno a questo disco girano come trottole impazzite anche i video delle singole canzoni: eccezionale a dir poco è il video della canzone “Ina Ina” (su youtube) in cui già uno capisce che stiamo parlando una lingua diversa, fatta da parole scarne e allo stesso tempo esplicite, le quali compongono un coloratissimo mosaico “alla picasso” fino alla fine del video.

Sono interessanti anche gli altri video girati live in varie località d’Italia perchè è evidente che questo trio trascina molto bene il suo pubblico, non lo annoia mai, lo coinvolge in tutte le loro performances.

Le canzoni di “Malomodo” sono tutti piccoli affreschi di impressionismo che celano sotto sotto messaggi importanti e profondi, come in “Vago Bendaggio”, canzone che si chiede fin dove può arrivare la fantasia. Anche le parolacce nei loro testi hanno un significato recondito, cioè vogliono dare maggiore spinta all’effetto “monello” della loro musica, ma senza mai essere prettamente volgari.

Nella musica degli Anelli Soli non c’è un contesto predefinito tipo ideali politici o filosofie di vita: il senso di ogni singola canzone resta sempre ermetico e fluttuante e appunto per questo l’ascoltatore può vagabondare con la testa interpretando le parole cantate in modo sempre diverso e sempre personalizzato.

E anche se “Santaresa” o “Canzone Per Persone Buone” possono sembrare un alt rock semipsichedelico, sarebbe sbagliato dargli una classificazione unica: è lo stile degli Anelli Soli e basta.

Tra l’altro, sono facilmente paragonabili ai Verdena ma scavando bene si notano due grandi differenze tra loro: i Verdena sono in quattro e hanno un maggior stile anni 70, mentre gli Anelli Soli sono in tre e hanno saputo creare l’originale miscela tra rock e canzone popolare, molto spesso superando di spessore artistico l’inventiva vocale di altri gruppi.

by Claudio Papitto  @ReClaudioed
 http://claudiopapittomusic.wix.com/claudiopapitto http://www.youtube.com/user/claudiopapitto 

Lucia C. Silver

Servizi editoriali, di traduzione e di promozione letteraria

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Liberi Libri e non solo

"La verità profonda, per fare qualunque cosa, per scrivere, per dipingere, sta nella semplicità. La vita è profonda nella sua semplicità" (Charles Bukowski, Hollywood, Hollywood!)

Susy T.

Lettrice accanita da sempre e scrittrice per passione

Il blog di Chiara

Scrittura, editing e recensioni.

Affascinailtuocuore

Letture, recensioni e riflessioni da condividere

Michela Pettinà

Solo recensioni positive, solo libri da leggere

Scheggia tra le pagine

Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono.

Izabella Teresa Kostka Poesie

scrittura, eventi, arte, giornalismo, fotografia / pisarstwo, wydarzenia, sztuka, dziennikarstwo, fotografia

La ragazza che annusava i libri

Musica, costume, lifestyle, recensioni, concerti in città

I Bookanieri

Un mare di storie

Letto fra noi blog di libri e recensioni di Francesca Magni

Musica, costume, lifestyle, recensioni, concerti in città

Monique Namie

Racconti, poesie e vita.

Monika M Writer

Diario di Viaggio

lementelettriche

Just another WordPress.com site

La penna capricciosa... di Emma

"Cancella spesso, se vuoi scrivere cose che siano degne d'essere lette." (Orazio)

Piume di Carta

Musica, costume, lifestyle, recensioni, concerti in città

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: